RISPETTO DI GENERE

DAL 1° GENNAIO SARÀ REGOLA NEL TESTO UNICO DEI DOVERI DEL GIORNALISTA

Con la società che muta, mutano anche le norme del Testo Unico dei doveri del giornalista. Nuove sensibilità si affacciano a dettare regole capaci di rendere più efficace e corretto il ruolo di testimone del tempo che l'informazione è chiamata a svolgere. Così, sulla scia anche di una urgente attualità – il drammatico aumento dei casi di violenza contro le donne nel lockdown - un traguardo a lungo atteso è stata l'introduzione approvata dal Consiglio nazionale del 18 e 19 novembre, di una nuova norma, art. 5 bis, dedicata al “Rispetto delle differenze di genere”. Una regola che entra a pieno titolo nella deontologia del Testo Unico, che sarà operativa dal 1° gennaio, ma che comunichiamo oggi, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Un risultato che premia il lavoro di colleghe e colleghi che nel novembre del 2019 hanno fondato il Cpo – Commissione pari opportunità – del Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti e ai quali dobbiamo anche la pubblicazione di un nuovo corso online sul linguaggio di genere.

Questo il  5 bis Rispetto delle differenze di genere.

 

Nei casi di femminicidio, violenza, molestie, discriminazioni e fatti di cronaca, che coinvolgono aspetti legati all’orientamento e all’identità sessuale, il giornalista: a) presta attenzione a evitare stereotipi di genere, espressioni e immagini lesive della dignità della persona; b) si attiene a un linguaggio rispettoso, corretto e consapevole. Si attiene all’essenzialità della notizia e alla continenza. Presta attenzione a non alimentare la spettacolarizzazione della violenza. Non usa espressioni, termini e immagini che sminuiscano la gravità del fatto commesso; c) assicura, valutato l’interesse pubblico alla notizia, una narrazione rispettosa anche dei familiari delle persone coinvolte.

Poche righe ma fondamentali a stabilire cosa è lecito raccontare e mostrare e cosa assolutamente no quando si tratta di argomenti delicati come la violenza nei confronti di donne o di qualsiasi persona qualunque sia la sua identità sessuale.

 


ORDINE DEI GIORNALISTI
CONSIGLIO REGIONALE
DELL’UMBRIA


via del Macello, 55 – Perugia
Tel: 075/5008235
cell. 340/6883091 (solo urgenze)

E-mail: info@odgumbria.it
Pec: odgumbria@legalmail.it

ORARI DI APERTURA:

Nel rispetto delle norme anti Covid-19
si riceve solo su appuntamento.

Orari di segreteria:
mattina: dal Lunedì al Venerdì 9:30 - 13:00
continuato: Mercoledì 9:30 - 16:30

D.Lg.196/2003
e Regolamento 2016/679

Regolamento per il trattamento dei dati particolari e giudiziari